Lavori in viticoltura - Cimatura della vite

La cimatura della vite consiste nella rimozione della parte dei germogli più lontani dal tronco. È un’operazione che viene ripetuta almeno due volte durante il periodo di vegetazione della vite.

Cimatura della vite in fioritura o precoce

La cimatura precoce della vite si realizza in fioritura con l’obiettivo di migliorare la percentuale di allegazione, soprattutto in quelle varietà di vitigni caratterizzate da elevata vigoria. L’effetto positivo è dovuto all’interruzione della competizione esercitata dall’apice vegetativo sul trasporto del nutrimento della vite favorendone, così, la veicolazione verso i fiori.

Cimatura della vite in fase di prechiusura del grappolo

In questa fase vegetativa, la cimatura ha principalmente lo scopo di ridurre le dimensioni della chioma che impediscono il normale svolgimento delle operazioni colturali, a causa dell’eccessiva presenza di germogli ricadenti nell’interfila. Allo stesso tempo, con questa lavorazione si favorisce il ringiovanimento della chioma.

Lo svolgimento meccanizzato di tale operazione comporta inoltre un risparmio significativo sull’impiego di mano d’opera, poiché richiede circa tra 1h/ha e 1,5h/ha.